Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Gen 10, 2018 in | 0 comments

Il Sindaco risponde alle domande dei ragazzi sull’allerta meteo

Il Sindaco risponde alle domande dei ragazzi sull’allerta meteo

 

Durante i giorni dell’allerta meteo ho ricevuto più di 1000 messaggi da parte di simpaticissimi ragazzi e studenti che mi chiedevano di chiudere le scuole: è vero che il Sindaco ha questo potere, ma per tutelare l’incolumità pubblica. Vorrei fare un po’ di chiarezza e spiegare in cosa consiste questa procedura.

Il Centro Regionale per le Previsioni, cioè l’ARPAL, Agenzia per l’Ambiente, effettua le previsioni meteo e procede a diramare le informazioni con dei bollettini contenenti i vari tipi di allerta. Una volta questi erano numerici, ora sono colorati: giallo, arancione e rosso.

Allerta Giallo: non c’è da prendere alcun provvedimento, ma solo da prestare attenzione

Allerta Arancione: è discrezione del Sindaco prendere o meno provvedimenti

Allerta Rosso: bisogna chiudere le attività

Lo scopo di questa procedura e di questo meccanismo è la tutela delle persone e della salute pubblica. Il fatto di chiudere le scuole, non vuol dire che queste siano pericolose, ma che può esserlo il percorso per arrivarci o tornarci.

Vorrei dire ai ragazzi che mi hanno tanto pregato di chiudere le scuole, che questo non è un gioco. Cè una organizzazione che comprende delle persone che lavorano: Arpal, Preferttura, Carabinieri, Questura, Vigili del fuoco, Autostrade, Ferrovie e tutti gli Enti che hanno a che fare con qualcosa che si muove o fornisce un servizio al cittadino.

Ho apprezzato in maniera simpatica i messaggi che ho ricevuto, ma vorrei trasmettere che non è uno scherzo, ma una cosa seria. Ci sono tante persone che lavorano per prestare attenzione e cura ai cittadini e non possiamo ridurre il tutto ad un “Sindaco chiudi la scuola altrimenti la prof mi interroga”.

A scuola si va per studiare e ad alcuni ragazzi che mi hanno scritto ho risposto che la scuola sarebbe stata chiusa, ma di rimanere a studiare perchè è il loro lavoro e il loro dovere. Spero di aver chiarito meglio la situazione.

Prossimamente farò un nuovo video con le spiegazioni specifiche per l’allerta arancione.

Carlo Capacci

Già Sindaco di Imperia dal 13 Giugno 2013 al 25 Giugno 2018

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *