Pages Menu
Categories Menu

Posted by on Apr 19, 2014 in Blog |

INCONTRO AMMINISTRAZIONE COMUNALE-IMPRESE ALLA CAMERA DI COMMERCIO

INCONTRO AMMINISTRAZIONE COMUNALE-IMPRESE ALLA CAMERA DI COMMERCIO

INCONTRO AMMINISTRAZIONE COMUNALE-IMPRESE ALLA CAMERA DI COMMERCIO –  “La nostra amministrazione vuole collaborare con le categorie”

 

Amministrazione Capacci sotto i riflettori, ieri sera 12 luglio 2013 in Camera di Commercio, durante un incontro promosso da Confcommercio Imprese a cui hanno preso parte commercianti e imprenditori imperiesi che hanno posto domande e proposte al Sindaco Carlo Capacci e agli Assessori Sara Serafini (cultura, sport e manifestazioni), Enrica Fresia (commercio e attività produttive) e Maria Teresa Parodi (arredo urbano e verde). Al tavolo anche Enrico Lupi, presidente provinciale Confcommercio e Marco Gorlero, presidente Confcommercio Città di Imperia.

Molte le questioni poste a Sindaco e Assessori dai quali è arrivato l’impegno a lavorare concretamente per cercare di trovare una soluzione ai tanti problemi che affliggono i commercianti.

L’amministrazione comunale – ha premesso Capacci – è disponibile a qualsiasi richiesta di confronto. Questo sarà il primo di molti incontri con la cittadinanza“.

Tra i temi più dibattuti della serata: il nuovo portale che creerà l’amministrazione, la redazione del piano dei dehor, la movida, l’imposta di soggiorno, il futuro dei mercati coperti di Porto Maurizio e Oneglia e il degrado dei centri storici.

PORTALE

Carlo Capacci: “Faremo un portale turistico bilingue, italiano e inglese che si chiamerà “Scopri Imperia”, nel quale saranno elencate tutte le attività commerciali: negozi, bar, alberghi e ristoranti della nostra città. Inoltre ci sarà un sistema di “localizzazione” che permetterà ai turisti di conoscere al meglio la nostra città. Infine, all’interno di Scopri Imperia saranno elencate tutte le manifestazioni sponsorizzate e organizzate dal Comune“.

PIANO DEI DEHOR

Maria Teresa Parodi: “La nostra amministrazione cerca sempre di collaborare con le categorie per trovare insieme le soluzioni. In merito alla questione dehor, va risolta, soprattutto perché il vecchio piano ha delle forti difficoltà applicative, soprattutto per quanto riguarda i centri storici. La mia intenzione è agire proprio sul centro dando la possibilità di allargare i dehor che possono risolvere situazioni momentanee di assenze di posti per i clienti dei locali. Purtroppo però non possiamo fare niente per quest’anno. Non è possibile fare un piano dei dehor a luglio inoltrato. L’impegno che prenderò sarà quindi in previsione della prossima estate“.

A proposito di dehor, tra il pubblico è stata lanciata la proposta, già fatta all’ex Assessore Emilio Broccoletti, di rifarsi al piano dei dehor della città di Sanremo. “Lo valuteremo, ha promesso Maria Teresa Parodi, che ha aggiunto – riguardo a Calata Cuneo, altra zona interessata dal piano, è una strada che va riqualificata, togliendo l’asfalto e recuperando la vecchia pavimentazione in basole“.

MOVIDA E MANIFESTAZIONI

Sara Serafini, a chi tra il pubblico ha chiesto una pianificazione delle manifestazioni organizzate e promosse dal Comune: “Le nostre manifestazioni attualmente sono di nicchia. Questo è un limite. Quest’anno, per ragioni di tempo, ci siamo appena insediati, non abbiamo avuto il tempo di pianificare. Inoltre, come abbiamo visto poco più di un mese fa, a bilancio per cultura e manifestazioni è rimasto ben poco. In futuro, credo che il portale ci darà una mano per la pianificazione degli eventi. Io al momento sto ricevendo molte associazioni a cui ho conferito molti patrocini e semplificazioni burocratiche“.

IMPOSTA DI SOGGIORNO

Carlo Capacci: “Al momento non è ancora stata discussa in giunta. Prima di decidere se applicarla o meno sentiremo le associazioni di categoria, in particolare Federalberghi e Confindustria Turismo. Il mio parere personale è che l’imposta di soggiorno possa essere utile. I proventi potrebbero andare in un fondo comunale che servirebbe a pagare le manifestazioni. In questo senso però seguiremo una linea, che è quella della nostra amministrazione, di collaborazione e accordo con le categorie. Se la vorranno, lavoreremo per metterla. Altrimenti no“.

MERCATI COPERTI

Carlo Capacci: “Per quanto riguarda quello di Oneglia, avevo detto che necessita di una riqualificazione e lo penso ancora. Al momento non abbiamo cominciato a pensare a come fare, ma è nei nostri piani. Per quanto riguarda la copertura economica, cercheremo di prenderli dall’urbanistica limitando le opere a scomputo. Su quello di Porto Maurizio, in campagna elettorale, senza avere le carte in mano, avevo detto che sarebbe dovuto rimanere dov’è tuttora. Una volta prese in mano le carte ho avvalorato la mia tesi. Credo che il progetto “Dal Parasio al Mare” che andrebbe a rivoluzionare Porto Maurizio, vada revisionato. Infatti in via Cascione abbiamo scoperto di recente che in caso di scavi si rischierebbero di trovare reperti, per cui potrebbe ripetersi il disastro di piazza del Duomo. Nella location in cui si era pensato di spostare il mercato coperto, in piazza Ricci, abbiamo pensato di fare altri tipi di mercato, per esempio un mercato biologico“.

DEGRADO CENTRI STORICI

Enrica Fresia: “Bisogna che amministrazione e categorie collaborino per trovare una soluzione. Una di queste potrebbe essere quella di seguire il modello di Padova che sono riusciti a contrattare gli affitti avendo abbattimenti dei costi per oltre il 20%. Occorre parlare con i proprietari dei muri dei negozi che sono chiusi e convincerli ad affittarli a dei prezzi più accessibili. Si possono promuovere dei bandi per richiamare negozi di qualità e innescare così un meccanismo che porterebbe all’apertura di nuove attività che darebbero linfa al nostro commercio“.

Centro Comunicati Stampa